Webcam a Trapani e provincia

westsicily

MAZARA DEL VALLO


Mazara del Vallo sorge su un antico sito fenicio posto lungo la costa occidentale della Sicilia, tra Capo Boeo e Capo San Marco, sulla sponda sinistra della foce del fiume Màzaro e ad una distanza di circa 200 km dalle coste della Tunisia. 

Si tratta di un grosso centro di circa 51.424 abitanti, il cui centro storico, un tempo era racchiuso dentro le mura normanne, con le numerose chiese monumentali e un suggestivo quartiere a impianto urbanistico islamico tipico delle medine, chiamato Casbah.

Casbah sicilianaMazara, che significa "Castello", in Arabo "Porto", esiste dall' età preellenica. Si affaccia sullo Stretto di Sicilia, nello stesso sito in cui i Cartaginesi nel 409 a.C. l'occuparono, essendo presidio marittimo di Selinunte. Grazie alla sua posizione geografica acquistò importanza, sia come emporio commerciale che come fortezza. Durante l'epoca romana ebbe grande prestigio. Mazara del Vallo arabaMa il massimo splendore viene raggiunto sotto la dominazione musulmana. 
Gli Arabi sbarcarono per la prima volta in Sicilia, a Mazara del Vallo, il 16 giugno 827. Scrittori Arabi e medievali che la visitarono, la magnificarono e la decantarono come la città siciliana pari a Palermo, per la bellezza degli edifici, la prosperità economica e portuale e la floridezza dei giardini. 

Tutto questo è rimasto indelebile nei costumi, nei nomi e soprattutto nell'assetto urbano, in quanto si e tramandato inalterato il tracciato urbano e viario (kasbah), con il suo dedalo di vicoli, archi e cortiletti di carattere ancora arabo.

San Nicolo RegaleNel 1072, passata ai Normanni, Mazara del Vallo, divenne Città Regia arricchendosi di chiese, conventi e monasteri. La Cattedrale sorse al posto della Moschea grande. 

Fu dotata di un castello in riva al mare e di mura possenti. Con i Normanni, nel 1093, divenne sede di Vescovado. 

Nel 1097 Mazara ospitò il primo Parlamento di Sicilia. 

Nel tempo, grazie alla sua posizione geografica, si sono mescolati popoli diversi. Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Bizantini, i Vandali, Goti, Arabi, Normanni, Svevi, Angioini, Aragonesi, Borboni e infine una buona percentuale di Africani che ancora oggi vi abitano.

Da vedere la CattedraleMazara del Vallo ospita numerosi monumenti che rievocano le diverse culture che hanno caratterizzato il territorio. Da vedere il suo caratteristico centro storico, chiamato Casbah.

Di matrice araba è caratterizzato da un groviglio di stradine che ricordano le medine islamiche. Cuore pulsante della città è il suo porto, sempre gremito di gente impegnata nella compravendita del pesce e proprio qui vicino si trova la chiesa normanna di S. Nicolò Regale, edificata nel 1124.

Da vedere il collegio dei GesuitiAddentrandosi nel centro si giunge in piazza Plebiscito, delimitata dalla facciata della chiesa S. Ignazio e dall'attiguo ex-collegio dei Gesuiti (XVII sec.) con le sue 24 colonne doriche e la meraviglia degli archi imponenti.

Piazza della Repubblica è la principale piazza cittadina sulla quale si affacciano, oltre alla Basilica-Cattedrale (di epoca normanna ma ricostruita in stile barocco), il Palazzo Vescovile del XVI secolo e il Palazzo del Seminario vescovile del 1710.

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblicata. Compila tutti i campi contrassegnati con *