Webcam a Trapani e provincia

El BaHira Camping Village San Vito Lo Capo

Il Museo Whitaker di Mozia

Il Museo Whitaker di Mozia

Il Museo di Mozia è il primo museo punico sicilano.

Allestito all'inizio del XX sec, per ospitare i reperti archeologici che gli scavi di Whitaker avevano portato alla luce, conserva oggi interi corredi funerari provenienti dalla stessa isola di Mozia e da Lilybeo.

Il nuovo museo ha anche l’obiettivo di mostrare tutti i reperti raccolti in età moderna, da dopo Whitaker agli ultimi scavi, cioè dal 1955 circa fino al 1995.

All' interno del Museo si trovano iscrizioni, frammenti, terrecotte, vasi e ceramiche.

Gli oggetti non sono solo fenici, ma esistono anche rimanenze delle civiltà precedenti: Sicani o Siculi o Elimi.

Elemento di grande vanto per il museo è il famoso Giovinetto di Mozia , una stauta di marmo bianco di straordinaria bellezza e finemente modellata. La statua, alta 1,81 metri, è un originale greco del V secolo a.c., probabilmente commissionata da uno dei ricchi abitanti di Mozia.

Le altre stanze raccolgono reperti del periodo fenicio (molti dei quali in pietra); oggetti riguardanti Mozia prima dell’arrivo dei Fenici; esposizioni dei reperti delle fortificazioni, ovvero delle mura; ceramiche rinvenute lungo la costa nord orientale, di varie forme, misure e usi diversi; ritrovamenti del Santuario di Cappiddazzu; i corredi funerari di Birgi.

E ancora: urne, terrecotte figurate, protomi femminili di origine greco-egizia, statuette al tornio di produzione punica con ascendenze orientali e alcune stele, le più significative fra le moltissime ritrovate che dal VI secolo venivano disposte assieme alle urne per segnalare il luogo della deposizione, a volte con una breve e semplice iscrizione indicante il nome dell’offerente.

 

Le ricchezze che ospita il Il Museo Whitaker lo rendono un luogo di particolare interesse storico-culturale, capace di conservare e trasmettere le caratteristiche e le origini della splendida Isola di Mozia e della sua civiltà....

Il Museo Whitaker di Mozia

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblicata. Compila tutti i campi contrassegnati con *