Webcam a Trapani e provincia

http://www.miramareresidence.it

Chiesa Madre (Duomo)

Chiesa Madre (Duomo)

La Chiesa Madre sorge in piazza della Repubblica ed è stata costruita in epoche diverse a partire dal 1176. L'attuale struttura, però, risale al XVII secolo. Il Duomo di Marsala è stato dedicato a San Tommaso Becket. Secondo la tradizione, tale scelta sarebbe conseguenza di un evento accidentale: il naufragio presso le spiagge marsalesi di una nave carica di colonne corinzie che sarebbero dovute arrivare in Inghilterra, per la costruzione di un'altra chiesa dedicata a San Tommaso. L'edificio é lungo 80 metri. 

L'edificio é lungo 80 metri. Si estende in larghezza per 36 metri e in altezza per 25. L'imponente facciata si sviluppa su due ordini.

Il primo, di gusto manieristico - barocco, si estende in senso orizzontale ed è diviso in cinque settori: quello centrale, delimitato da due coppie di colonne, ospita il portale principale, di gusto barocchetto; sui due lati ci sono invece due portali classicheggianti di dimensioni inferiori, mentre alle estremità sono state disposte simmetricamente due nicchie vuote, sovrastate da cornici con motivi ornamentali dello stesso secolo.

Il secondo ordine si presenta invece con due campaniletti angolari con cupola e con un corpo centrale in cui dominano un finestrone rettangolare e le quattro statue di San Giovanni Battista, San Tommaso, San Leone e San Gregorio Magno.

La struttura muraria dell'intero edificio è composta da conci di tufo in vista, disposti a file orizzontali.

Difficile attribuire con certezza a un architetto l'opera in assenza di notizie bibliografiche certe. Si ritiene comunque che lo stile sia simile ad alcuni lavori progettati da Angelo Italia, architetto siciliano, autore della Chiesa di San Francesco Saverio a Palermo e della Chiesa Madre di Palma di Montichiaro.

L'interno ha invece una pianta tipicamente basilicale con tre navate a transetto. La navata centrale è larga quindici metri ed è più alta e più ampia di quelle laterali.

La chiesa custodisce pregevoli opere d'arte, molte delle quali appartengono alla scuola del Gagini. Sono presenti anche alcuni dipinti del XVII e XVIII secolo, oggetti sacri in oro e argento, paramenti liturgici e documenti d'archivio appartenenti ad epoche diverse.

 

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblicata. Compila tutti i campi contrassegnati con *