Webcam a Trapani e provincia

Due Colonne

GLI ARAZZI FIIAMMINGHI

GLI ARAZZI FIIAMMINGHI

Secondo la leggenda l'arcivescovo Antonio Lombardo ricevette in dono gli arazzi dal re di Spagna Filippo II nel 1589 e la chiesa ne entrò in possesso nel 1594, su precisa volontà del donante.

In realtà l'ipotesi della donazione spagnola, non documentata in alcun modo, aveva il solo scopo di rafforzare il prestigio della chiesa. La provenienza degli arazzi fiamminghi al Mons.Lombardo ha molto probabilmente un'origine commerciale.

Con l'apertura del nuovo Duomo nel 1656 gli arazzi vennero esposti al pubblico per la prima volta e sino alla fine del XIX secolo poterono essere ammirati nell'abside della chiesa.

Vennero poi spostati a causa del pericolo di crollo della cupola ed esposti al pubblico solo in occasioni particolari. Essendo però mal conservati, si deteriorarono nel tempo. Soltanto tra il 1965 e 1979, a seguito di una allarmante perizia tecnica, eseguita da un noto arazziere di Firenze, vennero finalmente restaurati e sono oggi finalmente custoditi in un museo apposito.

Gli otto arazzi fiamminghi rappresentano, all'interno di vaste cornici decorate a motivi floreali e figure antropomorfe, la guerra combattuta dai Romani contro gli Ebrei in Galilea, a seguito della ribellione degli ultimi nel 66 d.C.

In occasione di questa guerra Vespasiano tornò vittorioso e fu nominato imperatore, mentre successivamente il figlio Tito ereditò il difficile compito di riconquistare Gerusalemme.

Si è pensato a un'interpretazione allegorica per spiegare il significato delle scene raffigurate sugli arazzi. Infatti, l'iconografia usata non appartiene al periodo storico narrato; e dunque, lo stile e i temi potrebbero servire indirettamente per celebrare le gesta dei reali di Spagna Carlo V e Filippo II, intraprese contro i protestanti dei Paesi Bassi.

Questa lettura ha, però, i suoi limiti perché gli arazzi non presentano alcuno stemma reale; inoltre, nulla avrebbe vietato a Filippo II di celebrare apertamente le proprie vittorie, come già fatto da suo padre in passato…

I materiali usati per gli arazzi sono pregiati e comprendono il lino, la lana, il cotone, la canapa e la seta.

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblicata. Compila tutti i campi contrassegnati con *